Saldo IMU 2021

Saldo IMU 2021

Newsletter by Cortexlan  Hai problemi a vedere questa email?  


Circolare del 06/07/22 

Gentile Cliente  

Ricordiamo che il saldo dell’imposta IMU 2021, dovrà essere calcolato sulla base della situazione immobiliare del contribuente per il 2021 e dovrà essere pagato entro il 16 Dicembre 2021.

Per poter adempiere entro il prossimo 16 Dicembre 2021 al calcolo dell’acconto IMU 2021, è necessario consegnare presso lo Studio (Via Arnaldo Vassallo 31 Milano) oppure inviare via mail a fiscale@cortexlan.it, entro il  9 Dicembre 2021, tutta la documentazione relativa agli immobili per l’anno 2021 ed eventuale documentazione 2020 se non già consegnata, in particolare:


➢ copia atti di compravendita (rogiti) relativi ad acquisti/vendite;

➢ visure aggiornate con eventuali nuove rendite catastali, effettuate a cura di Vs. tecnici di fiducia se si sono verificati interventi e variazioni agli immobili;

➢ contratti di leasing immobiliare perfezionati e/o atti notarili di riscatto degli stessi;

➢ contratti di comodato ad uso gratuito a parenti in linea retta;

➢ comunicazioni di comodato e/o uso gratuito presentate ai relativi comuni previa consultazione uffici e delibere;

➢ eventuali nuove rendite e aggiornamenti per modifica valore catastale categorie D ed E ed impianti fotovoltaici;

➢ contratti di locazione/affitto con decorrenza 2021;

➢ copia dichiarazioni di successione;

➢ sentenza di assegnazione immobili al coniuge con affido figli;

➢ eventuali dichiarazioni di inagibilità inoltrate al comune;

➢ variazioni delle condizioni di inagibilità;

➢ segnalazione di immobili di interesse storico – artistico;

➢ accatastamenti di fabbricati rurali;

➢ variazioni colturali dei terreni agricoli e/o trasformazione in aree edificabili o viceversa;

➢ nuovi accatastamenti/costituzioni;

➢ frazionamenti, demolizioni, fusioni o altre variazioni che riguardino i fabbricati;

➢ verifica che i propri terreni agricoli non siano stati inclusi come edificabili nel P.R.G./PGT comunale e per le aree edificabili è necessario comunicare:

1) identificativi catastali dei mappali edificabili con zona di ubicazione nel PGT del comune o certificato di destinazione urbanistica;

2) valore di mercato o valore attribuito dal comune al mq.

➢ In generale qualsiasi comunicazione relativa agli immobili.


Cosa cambia nel 2021

La Legge Finanziaria 2021 ha introdotto una riduzione del 50% dell’Imposta Municipale Unica (IMU) per i pensionati residenti all’estero, anche non italiani, a condizione che gli immobili di proprietà, siti in Italia, non siano locati o ceduti in comodato, anche gratuito.

La riduzione è possibile per un solo immobile ad uso abitativo posseduto in Italia a titolo di proprietà o usufrutto.

Per beneficiare della riduzione non si richiede più il requisito della cittadinanza italiana – quindi la riduzione vale anche per gli stranieri -, né l’obbligatorietà dell’iscrizione all’AIRE.

Richiede però che il contribuente sia titolare di pensione maturata in convenzione internazionale con l’Italia, quindi con periodi di lavoro all’estero e non maturata con contributi solo italiani.


Calcolo dell’imposta

L'imposta è dovuta per anni solari (ora il 2021) proporzionalmente alla quota e ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso. 

A tal fine:

• il mese durante il quale il possesso si è protratto per più della metà dei giorni di cui il mese stesso è

composto è computato per intero;

• il giorno di trasferimento del possesso si computa in capo all'acquirente;

• l'imposta del mese del trasferimento resta interamente a carico dell’acquirente nel caso in cui i giorni di

possesso risultino uguali a quelli del cedente.


Versamenti

L'IMU viene versata integralmente a favore del Comune, mentre nei confronti dell’Erario sarà riservata una quota di imposta afferente i fabbricati di categoria catastale D, applicando l’aliquota d’imposta dello 0,86% (all’Erario va lo 0,76%, mentre lo 0,10% al Comune, che comunque può incrementare l’aliquota fino a raggiungere l’1,06% complessivo).

L’acconto risulta dovuto sulla base di aliquote e detrazioni deliberate per l’anno precedente, mentre il conguaglio a saldo sarà determinato sulla base delle aliquote deliberate per l’anno corrente, se approvate entro il termine del 28 ottobre (in caso contrario anche il saldo sarà calcolato sulla base delle aliquote dell’anno precedente).


Lo Studio rimane a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti. 

Con i migliori saluti.

 

Lo Staff Cortexlan